Tour Reale – I monasteri dipinti della Bucovina

Itinerario:

Suceava
Con una popolazione di circa 100.000 persone, Suceava è la città più grande e la sede della provincia di Suceava. Un tempo capitale della Moldavia, per quasi 200 anni la città di Suceava fu la capitale del Principato di Moldavia e residenza dei principi moldavi (precisamente tra il 1388 e il 1565). Oggi è un punto di partenza eccellente per visitare il nord della Romania, specialmente i monasteri dipinti della Bucovina, ma non solo. La città ha alcune attrazioni degne di nota, la chiesa di San Giorgio (il monastero di San Giovanni il Nuovo di Suceava), patrimonio mondiale dell'UNESCO, il museo del villaggio Bucovina (museo all'aperto), con le sue preziose vecchie case “bucovinene” in legno e mostre di oggetti tradizionali, ma il principale sito turistico di Suceava, è la cittadella del 14 ° secolo.
Monastero di Putna
Il primo e uno dei monasteri più importanti costruiti dal principe Stefano il Grande (Stefan cel Mare), il Monastero di Putna è dedicato all’Assunzione di Maria (celebrata il 15 agosto), è stato costruito tra gli anni 1466 e 1481. Nel tempo il Monastero di Putna e passato attraverso attacchi: atacchi stranieri e occupazioni, incendi e terremoti, ma non è riuscito a interrompere l’evoluzione della vita religiosa. Uno dei pezzi più interesanti della chiesa à l’icona miracolosa della “Madre di Dio”, portata nell’anno di 1472 da Lady Maria dI Mangop, moglie di Stefano il Grande da Costantinopoli. Il Monastero di Putna è rimasto per più di 5 secoli un importante componente spirituale, storica e culturale nella storia del mondo. Grazie al nome del suo fondatore, il Monastero di Putna è ben noto non solo nel paese, ma anche in tutta l’Europa, Stefano il Grande era conosciutto anche sotto il nome di “Atleta del cristianesimo”.
La ceramica nera di Marginea
La ceramica nera di Marginea è un marchio già noto. Gli storici fanno risalire l’inizio della ceramica a Marginea nel 1500. La ceramica ha avuto un ruolo importante nello sviluppo della società primitiva perché ha reso possibile la conservazione degli alimenti. Immaginate la vostra cucina senza questi oggetti ordinari. Grazie alla sua posizione geografica, il comune di Marginea è circondato da foreste, è attraversato dal fiume Sucevita e ha un suolo argilloso. Tutte queste caratteristiche sono fondamentali per il mestiere nato dall magico triangolo di argilla, acqua e fuoco. Prima dell’oppressione cumunista in Marginea c’erano almeno 60 famiglie di ceramisti come ha dichiarato un vecchio vasaio che ha raggiunto Monaco di Baviera per presentare il suo mestiere.
Monastero di Sucevita
Il monastero di Sucevita, situato nel villaggio con lo stesso nome, sulla valle del torrente Sucevita, ad una distanza di 18 km Sud-Ovest dalla città di Radauti. Il Monastero di Sucevita è stato costruito negli ultimi decenni del XVI secolo, a spese di tutta la famiglia di boiardi Movila. Ieremia Movila fu il principe della Moldavia tra gli anni 1595-1606. Gli affreschi esterni del Monastero di Sucevita sono quelli meglio conservato dal gruppo di chiese moldave con affreschi esterni ed è l’unico che mantiene i dipinti sul lato nord, dove è rappresentata la “Scala delle virtu”. Questa scena è la più impressionante per la sua grandezza e grazie al contrasto tra il lato angelico e il caos dell’inferno. Questa scena rappresenta la battaglia tra il bene e il male, e il tentativo dell’uomo di arrivare alla perfezione, al fine di recuperare la faccia perduta cadendo nel peccato.
Monastero di Moldovita
Il Monastero di Moldovita fu fondato da Petru Rares (il figlio di Stefano il Grande) nel 1532. Il monastero di Moldovita è anche una fortezza con forti mura, spesse 1.2 m e alte di 5 m, con torri sui due angoli della facciata e una torre potente per il cancello. Gli elementi che conferiscono unicità a questa costruzione sono: la soluzione insolita dell’allungamento del corridoio racchiudendo altri due spazi; la disposizione simmetrica delle finestre del nartice; le porte con le cornici prominenti, nonchè l’iconografia di un alta espressione artistica. Da questo punto di vista la chiesa del Monastero di Moldovita è secondo molti specialisti della pittura murale, uno dei monumenti più importanti dell’antica arte romena. Insieme al monastero di Voronet, Monastero di Sucevita, la Chiesa di Arbore, e il Monastero di Humor, il Monastero di Moldovita rappresentano la catena di monumenti patrimonio dell’umanità (UNESCO).
Monastero di Voronet
Nel 1488, il principe Stefano il Grande (Stefan cel Mare), costrui Voronet per ringraziare il suo cosigliere Danil Sihastru (Daniel l’eremita). La chiesa di Voronet è stata costruita in meno di quattro mesi, tra il 26 maggio e il 14 settembre dello stesso anno. Il monastero di Voronet e considerato da molti esperti come la quintessenza dello stile architettonico moldavo: una sintesi di elementi bizantini (la fondazione ha forma di un trifoglio bianco, con una torre proprio sopra la navata centrale), ed elementi gotici (arcate e colonne). Il Monastero di Voronet è considerato la “Cappella Sistina d’Oriente” per il suo grande affresco sulla facciata occidentale: “Il giorno del gudizio”. Inoltre , “l’azzurro di Voronet” è considerato dagli specialisti come unico al mondo e noto come il rosso Rubes o il verde Veronese. “L’albero di Jesse” o la genealogia di Gesù Cristo è presentato sullo sfondo blu e i filosofi greci sono dipinti sulle colonne. Possiamo vedere Aristotele e Platone e sull’abside laterale il “il volto di San Onofrie” che attira l’attenzione.
Suceava
Con una popolazione di circa 100.000 persone, Suceava è la città più grande e la sede della provincia di Suceava. Un tempo capitale della Moldavia, per quasi 200 anni la città di Suceava fu la capitale del Principato di Moldavia e residenza dei principi moldavi (precisamente tra il 1388 e il 1565). Oggi è un punto di partenza eccellente per visitare il nord della Romania, specialmente i monasteri dipinti della Bucovina, ma non solo. La città ha alcune attrazioni degne di nota, la chiesa di San Giorgio (il monastero di San Giovanni il Nuovo di Suceava), patrimonio mondiale dell'UNESCO, il museo del villaggio Bucovina (museo all'aperto), con le sue preziose vecchie case “bucovinene” in legno e mostre di oggetti tradizionali, ma il principale sito turistico di Suceava, è la cittadella del 14 ° secolo.

Descrizione del tour:

Il Tour Reale - monasteri dipinti della Bucovina è un tour di un giorno complesso e affascinante nel Nord della Romania, altamente raccomandato per gli appassionati di storia, dove si ha l'opportunità di ammirare i monasteri più famosi di Bucovina: il monastero di Voronet, il monastero Moldovita e il monastero di Sucevita; Tuttavia questo tour non riguarda solo i monasteri dipinti, ma anche Putna. Il monastero di Putna, costruito nel 1466-1469, è la necropoli del voivoda moldavo (o principe) Stefano il Grande e la sua famiglia ed è stato uno dei più importanti centri culturali, religiosi e artistici stabiliti nella Moldavia medievale.

Il Tour Reale - monasteri dipinti della Bucovina non riguarda solo i monasteri e la spiritualità, ma ti introdurrà anche nell'atmosfera bucolica della Bucovina con i suoi affascinanti villaggi tradizionali, le fitte foreste, le spettacolari strade di montagna e gli artigiani locali che conservano antiche tradizioni.

Tutto questo in un solo giorno, 250 km e circa 10 ore.

Prezzo:

5-7 persone- 40 Euro/persona
4    persone - 45 Euro/persona
3    persone - 45 Euro/persona
2    persone - 55 Euro/persona
1    persona - 100 Euro

Incluso nel prezzo:

- Guida turistica autorizzata;
- Trasporto privato con auto moderne dotate di aria condizionata (AC);
- Trasferimento dal e verso il vostro albergo.

Non incluso nel prezzo:

- Pranzo;
- Biglietti d'ingresso;
- Spese personali.

Opzionale:

Vi ricordiamo che tutti in nostri viaggio si possono personalizzare a seconda dei vostri interessi. A questo tour potete aggiungere altri obiettivi turistici come:

Il museo internazionale delle uova dipinte di Vama, Bucovina
Il Museo Internazionale delle uova dipinte di Vama, Bucovina, nel cuore della Bucovina, in Vama, troviamo la collezione più numerosa e variata di uova dipinte e decorate della Romania e una delle più importanti d’Europa. Il museo è utile anche per scoprire le tradizioni del territorio e l’arte di decorare le uova di Pasqua. All’interno del seminario puoi anche decorare le uova aiutato dal maestro Letitia Orsivschi, che vi spiegherà i simboli nascosti della Bucovina. Nel museo ci sono più di 3000 uova provenienti da tutto il mondo, esposte in 22 vetrine; si possono ammirare uova raccolte in mostre internazionali (come risultato di 14 anni di partecipazioni a diverse esposizioni internazionali) e le uova della Bucovina con motivi unici e modelli ereditati dai nostri bisnonni. Nella seconda sala si inizia un viaggio immaginario intorno al mondo e si entra in contatto con vari stili e tecniche di decorazione delle uova da 79 paesi. Nella collezione possiamo trovare: uova di ucelli rari, uova di rettili, uova di grandi e piccole dimensioni (emu, nandu, tartarughe, coccodrilli, fenicotteri, geko, struzzo, pernice, passero) o le uova di porcellana.
Monastero di Dragomirna
Essendo sopravvissuto sulle terre moldavi per quattro secoli, il monastero di Dragomirna è uno di quei monumenti che evocano una pagina di storia della Moldavia in modo particolare. Le possenti mura del monastero, le torri e i contraforti creano un’atmosfera di fortezza medievale che ha subito tanti attacchi. Fù costruito dal sovrano Miron Barnovschi Movila in 1627, questa rete di mura circonda la costruzione del 1609 (costruzione del mitropolita Anastasie Crimca). Stretta cone un’arca, di altezza allucinante, la chiesa di Dragomirna rappresenta il sogno del fondatore di costruire un monumento come nessuno altro. Monumentale, sobrio, il monastero di Dragomirna crea il contrasto tra l’imponenza delle mura e il pizzo di pietra della torre.
La miniera di sale di Cacica
Nascosta tra le colline che circondano la città di Gura Humorului, Cacica è uno dei luogi più visitati nella provincia di Suceava. La miniera di sale è stata scavata a mano sotto la guida tecnica di un austriaco, Paul Hofmann. La montagna di sale gigante è in grado di fornire abbastanta sale per tutta l’Europa per i prossimi 400 anni! Il nome di “Cacica” ha le sue origini nel polacco “kaczika”, che significa “anatra”, perché nella zona c’erano tanti laghi con anatre selvatiche.
La chiesa di Arbore
Luca Arbore, colui che con coraggio ha difeso la Fortezza di Suceava per tre settimane durante l’assedio polacco, è quello che per quasi 40 anni (1486-1526), è stato il difensore di Suceava. Rimane nella nostra memoria con la fondazione di un vilaggio che porta il suo nome (Arbore). La costruzione della chiesa di Arbore e sata iniziata nel mese di aprile del 1502, e la bravura dei costruttori ha fatto diventare la chiesa uno dei monumenti piu importanti della Moldavia. Più tardi, volendo abbellire la costruzione del loro padre, le figlie hanno ordinato l’affresco delle pareti esterne. Le scene sono popolate da numerosi personaggi in continuo movimento. I colori vivi della pittura si fondono armoniosamente, emettendo tanto calore. Il verde preso in prestito dai bosci e colline circostanti predomina nella ricca policorima.
Il monastero di Bogdana
La chiesa di San Nicola è la prima costruzione religiosa in pietra nella Moldavia che si è conservata nella sua forma originale e incontaminata. La chiesa è considerata un vero documento di nascita dell’architettura della Moldavia. Fondata intorno all’anno 1360 da parte del “voievod” (principe) Bogdan I (1359-1365) come ringraziamento a Dio per averlo aiutato nelle battaglie che ha affrontato per fare dalla Moldavia uno stato libero e indipendente. Questa chiesa e diventata anche la sua necropoli e della sua famiglia. Il monastero di Bogdana rappresenta l’espressione di una ammirevole sintesi artistica tra l’arte romana, gotica e bizantina ma anche un esempio importante di orientamento nel archtitettura moldava. Attraveerso le qualità artistiche, architettoniche e decorative, il monastero di Bogdana diventa uno dei monumenti rappresentativi del patrimonio artistico-culturale della Romania.

Domande frequenti:

Questo è un tour privato o di gruppo?

Di solito questo è un tour privato. Tuttavia, se abbiamo richieste specifiche da parte dei nostri ospiti, possiamo fornire un tour condiviso per un piccolo gruppo.

Qual è l'ora di partenza?

Il momento migliore per iniziare questo tour è alle 09:00, ma possiamo scegliere un'ora diversa secondo dei vostri bisogni.

Da dove partono e dovi finiscono i tour?

Possiamo venire a prendervi e lasciarvi al vostro albergo e nel qualsiasi altro punto di Suceava e non solo.

Quanto dura questo tour?

Il tour dura circa 10 ore.

Come dovrei vestirmi?

Non esiste un modo formale di vestirsi, ma cercate di essere rispettosi e di coprire le ginocchia e le spalle durante la visita ai monasteri.

Quando devo pagare??

Se prenoti un tour di un giorno non devi pagare in anticipo. Devi solo informarci del luogo e dell'orario dove vuoi iniziare il tour e pagherai solo quando inizierai il tour. .

Quale valuta possiamo usare??

Per i nostri tour accettiamo sia l'euro che la valuta locale nota come Leu o Ron, ma per tutte le altre spese consigliamo di utilizzare la valuta locale.

Qual è il periodo migliore dell'anno per visitare la Romania e la regione della Bucovina?

Raccomandiamo di approfittare di qualsiasi possibilità di visitarci, poiché ogni stagione è fantastica a modo suo per visitare la Romania e la regione della Bucovina.